L’appuntamento enoturistico che unisce vignaioli provenienti da tutta italia, con i prodotti frutto dei loro territori, alla bellezza della città che li accoglie quale Ferrara.

Bacco a Palazzo
dettagli su...

BACCO A PALAZZO

Evento che si svolgerà all’interno dell’elegante cornice di Palazzo Roverella edificato nel 1508, vedrà l’esposizione di vini provenienti da varie regioni italiane tutti con peculiarità e virtù che saranno svelate.

Durante le due giornate della manifestazione i visitatori avranno la possibilità di degustare ed acquistare i vini presenti.

Nella serata del 19 si avrà l’occasione di conoscere ed approfondire i vini di alcuni produttori del panorama viticolo, abbinandoli a proposte gastronomiche realizzate da due chef. Durante la cena i vini abbinamento verranno commentati dai produttori.

Un percorso enoturistico

Grazie ad una varietà di territori, potrete avventurarvi alla scoperta di quest’ultimi assaporandone le tipicità vinicole.

A cena con il produttore

Chi può conoscere meglio un prodotto di chi lo conosce? Vi aspettiamo alla cena con il produttore!

News

scopri le ultime dal blog!

Questa cena nasce dall’idea di unire tre cose fondamentali nella vita: il cibo; lo spirito; lo stare insieme unendone i momenti di convivialità, di intrattenimento storico, di dialogo. La serata A cena con gli Angeli sarà accompagnata dai seguenti vini: Fave alla medievale; in abbinamento con Psyche 2016 di Marco Sambin: il colore è come il grano nell ‘occhio nella stagione della maturità. La lunga macerazione non ha privato il vino del suo aspetto più vivo. Il naso è intenso, virando alle note moscate, di zagara e salvia, ma anche di caramello e incenso, così come il sorso, ricco e lungo, accompagnato da una trama tannica filigranata e da una nota di pane tostato. Il finale lievemente secco e salato e accompagnato da una lieve nota di tabacco giovane. Capocollo di maiale speziato con salsa di melograno insalata di melissa, cardamomo e spinacino; in abbinamento con Ca’ Barnaba Bel Sit vino alchemico: La scelta di vinificazione di Ca’ Barnaba trova le sue radici nella tradizione della vinificazione dei rossi fermi dell’Oltrepò Pavese. Da uve prodotte interamente dai nostri vigneti, coltivati con metodo volto alla qualità ed al rispetto per l’ambiente, otteniamo questo vino dal colore rosso intenso, che assume tonalità granata con leggera unghia mattonata nell’invecchiamento. Il profumo fine è molto intenso e contemporaneamente pulito, di grande compostezza con franca espressione dei sentori terziari. Al palato si dimostra di grande struttura, equilibrato e di forte persistenza aromatica. Pere dolci al vino con gelato alla crema antica. in abbinamento con Francisca XII di Marco Sambin: Il colore è rubino virante al granato. Al naso note di lampone e marasca macerata, con rimandi al fico, al tamarindo e alle spezie dolci. Al palato la vibrante vena acida sorregge il sorso donando al vino e al suo zucchero naturale una certa vena di austerità. Ancora in bocca lampone, ribes rosso e nero, fico e tamarindo accompagnano il pepe nero e la grafite. Lo sciroppo di zucchero che ne deriva è comunque bilanciato dall acidità e dalla lieve trama tannica.

Questa cena nasce dall’idea di unire tre cose fondamentali nella vita: il cibo; lo spirito; lo stare insieme unendone i momenti di convivialità, di intrattenimento storico, di dialogo. La serata A cena con gli Angeli sarà accompagnata dai seguenti vini: Fave alla medievale; in abbinamento con Psyche 2016 di Marco Sambin: il colore è come il grano nell ‘occhio nella stagione della maturità. La lunga macerazione non ha privato il vino del suo aspetto più vivo. Il naso è intenso, virando alle note moscate, di zagara e salvia, ma anche di caramello e incenso, così come il sorso, ricco e lungo, accompagnato da una trama tannica filigranata e da una nota di pane tostato. Il finale lievemente secco e salato e accompagnato da una lieve nota di tabacco giovane. Capocollo di maiale speziato con salsa di melograno insalata di melissa, cardamomo e spinacino; in abbinamento con Ca’ Barnaba Bel Sit vino alchemico: La scelta di vinificazione di Ca’ Barnaba trova le sue radici nella tradizione della vinificazione dei rossi fermi dell’Oltrepò Pavese. Da uve prodotte interamente dai nostri vigneti, coltivati con metodo volto alla qualità ed al rispetto per l’ambiente, otteniamo questo vino dal colore rosso intenso, che assume tonalità granata con leggera unghia mattonata nell’invecchiamento. Il profumo fine è molto intenso e contemporaneamente pulito, di grande compostezza con franca espressione dei sentori terziari. Al palato si dimostra di grande struttura, equilibrato e di forte persistenza aromatica. Pere dolci al vino con gelato alla crema antica. in abbinamento con Francisca XII di Marco Sambin: Il colore è rubino virante al granato. Al naso note di lampone e marasca macerata, con rimandi al fico, al tamarindo e alle spezie dolci. Al palato la vibrante vena acida sorregge il sorso donando al vino e al suo zucchero naturale una certa vena di austerità. Ancora in bocca lampone, ribes rosso e nero, fico e tamarindo accompagnano il pepe nero e la grafite. Lo sciroppo di zucchero che ne deriva è comunque bilanciato dall acidità e dalla lieve trama tannica.

CONTINUANDO BACCO A PALAZZO Al fine di consolidare sempre più l’appuntamento annuale di Bacco a Palazzo, ecco che il vino torna protagonista attraverso una serie di appuntamenti che verranno realizzati nel corso del 2019. Verranno presentate eccellenze del territorio, non solo nazionale, rappresentate da vignaioli con i quali colloquiare degustando vino. In questo primo incontro a cena, intorno ad un unico tavolo, il produttore Fabien Pascaud ci condurrà alla scoperta del Sauternes, attraverso varie annate.

CONTINUANDO BACCO A PALAZZO Al fine di consolidare sempre più l’appuntamento annuale di Bacco a Palazzo, ecco che il vino torna protagonista attraverso una serie di appuntamenti che verranno realizzati nel corso del 2019. Verranno presentate eccellenze del territorio, non solo nazionale, rappresentate da vignaioli con i quali colloquiare degustando vino. In questo primo incontro a cena, intorno ad un unico tavolo, il produttore Fabien Pascaud ci condurrà alla scoperta del Sauternes, attraverso varie annate.